L’ARTE DELL’IMMAGINARE ( Yoga Reiki Studio Gayatri Monza natyan )

Andare in basso

L’ARTE DELL’IMMAGINARE ( Yoga Reiki Studio Gayatri Monza natyan )

Messaggio Da natyan27 il Ven Lug 24, 2015 2:19 pm

“L’ARTE DELL’IMMAGINARE”

“La mente si ritira da ciò di cui si è nutrita in passato cibandosi solo di immagini rilassanti, piacevoli, dolci ed attraenti in senso non eccitativo.
Non tutti hanno la capacità di sognare senza dormire. Molti sostengono di non riuscire ad immaginare, a visualizzare.
Tutto ciò, in realtà, è falso, è un auto-inganno dettato dallo sforzo.
Non riusciamo a visualizzare a comando, questa è la verità, perché, in realtà, la capacità di visualizzazione è una prerogativa della mente umana.
Se una persona ci ferisce, noi riusciamo ad immaginare, durante il giorno, quella persona decine e decine di volte. Perché?
Perché l’interesse nei confronti di quella persona è forte.
La vediamo “nei nostri sogni” nel momento in cui ci ha ferito, la rivediamo in una successiva disputa immaginaria, la stravediamo insistentemente anche se non vorremmo averla più “tra i piedi”. E’ vero o no?
Quindi, nessuno si demoralizzi facendo fatica a visualizzare. E’ solo questione di “interesse”.
Una donna mi disse un giorno di non essere capace di seguire questo particolare esercizio di “Pratyahara” perché impossibilitata a “vedere”. Le chiesi allora: “Te lo ricordi il giorno del tuo matrimonio?”. Che cosa pensate mi abbia risposto?
Ricordava e “vedeva” tutto. Dai giorni passati a cercare la casa, i mobili e l’arredo, fino alla Chiesa, il ristorante e l’ingresso nella “alcova” tanto agognata.
E’ pur vero che ci sono persone meno predisposte di altre, ma ciò non toglie che tutto si può imparare se c’è un vero interesse.
Se poi ci accorgiamo che tale interesse non “sboccia” allora poco importa, il Pratyahara ci offre numerose varietà di tecniche e basterà scegliere quella che più si confà al nostro intelletto.
Come nelle pratiche dell’Auto trattamento Reiki o in quelle dello Yoga Nidra, le tecniche di Visualizzazione consistono nel sedersi a gambe incrociate, su di una sedia (sempre con la schiena ben dritta) o sdraiarsi, per poi proiettare con la propria mente una serie di immagini piacevoli e rilassanti come ad esempio un tramonto, un’alba dorata, una spiaggia luminosa di fronte al mare calmo che brilla riscaldato dal sole, la luna che si riflette nel lago, prati fioriti e colmi dei colori più sgargianti, montagne innevate di bianco e di purezza e così via.
A tal guisa le impressioni sfavorevoli della nostra mente lasciano il posto a quelle favorevoli.
Venti minuti al giorno all’inizio possono bastare. Con il passare del tempo è bene aumentare gradualmente, senza esagerare (magari aumentando cinque minuti ogni quindici giorni) fino ad arrivare al giorno in cui non ci sarà bisogno di segnare il tempo, perché la pratica ci assorbirà con tale gioia da non accorgerci dello scorrere delle lancette.
Ricordate… mille volte la mente scapperà in modo capriccioso… mille volte la riprenderete e la ricondurrete dove voi vorrete.
Solo così l’esercizio diverrà efficacissimo e vi permetterà di aumentare concentrazione, forza di volontà e vi donerà la capacità di distogliervi a vostro piacimento da ogni pensiero fastidioso ed insolente”.

Tratto da: “Raja Yoga” – La Via della Pratica Quotidiana – di natyan

Visita il sito di natyan
http://www.studiogayatri.it


natyan27
natyan27
Admin

Messaggi : 251
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 16.07.15

Visualizza il profilo http://www.studiogayatri.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum