PNF Epiteto La Filosofia della Resilienza ( Yoga Reiki Studio Gayatri Monza natyan )

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

PNF Epiteto La Filosofia della Resilienza ( Yoga Reiki Studio Gayatri Monza natyan )

Messaggio Da natyan27 il Gio Ago 06, 2015 9:46 am

PNF Epiteto
La Filosofia della Resilienza
Epiteto (anno 55 Ierapoli, oggi in Turchia).
Il Filosofo schiavo.
Il suo padrone lo bastonava così tanto che finì per renderlo zoppo.
Testo consigliato: Diatribe
Abbracciò la Filosofia della Resilienza, in quanto Stoico.
Epiteto divideva le problematiche in due Zone.
La Zona Uno: Il nostro pensiero (ciò che possiamo controllare e dirigere)
La Zona Due: Il mondo esterno (ciò su cui abbiamo un controllo davvero molto limitato)
Secondo Epiteto molte nostre frustrazioni nascono dal fatto che commettiamo due errori. In primo luogo cerchiamo ossessivamente di esercitare un controllo assoluto sulla Zona Due, ciò su cui abbiamo uno scarso potere. Quando inevitabilmente falliamo in questo tentativo ci sentiamo fragili, incapaci, inadeguati, incompresi e depressi. Il secondo errore consiste nel non prenderci responsabilità della Zona Uno, cioè la possibilità di modificare il nostro modo di pensare e concepire la vita. Su questo abbiamo molto più potere ma, nella maggior parte dei casi, non ci sforziamo di esercitarlo e insistiamo nel voler modificare il mondo esterno. Non riuscendoci, attribuiamo la colpa delle nostre frustrazioni agli amici, a mogli, mariti, alla società in cui viviamo, ai genitori, alle persone delle quali siamo innamorati, a tutte quelle cose o situazioni, quindi, che ruotano intorno e fuori di noi. Ineludibilmente la nevrosi aumenta perché ci sentiamo vittime delle circostanze che non possiamo modificare. I nostri pensieri sono modificabili, ma frequentemente preferiamo lasciarli intatti, quasi intoccabili, pur se quel nostro modo di pensare, fino ad oggi, ci ha portati ad un unico risultato: dolore e sofferenza. Secondo Epiteto, perciò (e teniamo conto che a buon diritto sosteneva le sue tesi poiché, essendo uno schiavo, a rischio di bastonate e di morte in ogni secondo della sua vita, non filosofeggiava in modo accademico, bensì molto pratico) gran parte dei disturbi di carattere mentale e fisico dipendono dai due grossolani errori sopra esposti.
In che modo esercitare il controllo e assumersi la responsabilità della Zona Uno?

Lo vedremo insieme nel Corso:
PNF (Diventa Consulente Filosofico)
natyan

Clicca sul sito:
http://www.studiogayatri.it/corsi%20psico/PNF.htm



natyan27
Admin

Messaggi : 251
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 16.07.15

Vedere il profilo dell'utente http://www.studiogayatri.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum