Al supermercato dell'Anima ( Yoga Reiki Studio Gayatri Monza natyan )

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Al supermercato dell'Anima ( Yoga Reiki Studio Gayatri Monza natyan )

Messaggio Da natyan27 il Lun Lug 20, 2015 8:42 am

Al supermercato dell'Anima
Girava ogni stand con la curiosità di un bambino.
C'era proprio di tutto... dalle pratiche di guarigione più incredibili, ai talismani superprotettivi, dalle immagini sacre ai braccialetti portafortuna... e...
Già... braccialetti portafortuna... gli sovvenne un ricordo...
Un'amica un tempo voleva vendergliene uno, ma lui all'inizio rifiutò per un semplice motivo... colei che glielo voleva appioppare... si può dire in forma poetica?... era sfigata dalla nascita... come riuscire a credere che potesse funzionare?
Vendeva braccialetti che "portano fortuna", per poter incassare qualche soldo poiché, ahimè, aveva la sfortuna di essere senza lavoro da molto tempo e, nonostante tutta la sua collezione di braccialetti, non aveva ancora trovato occupazione.
Poi lui si impietosì... e ne comprò uno per pura compassione.
L'episodio gli fece balenare alla mente un dubbio... e se tutti i venditori di guarigioni incredibili fossero a loro volta ammalati?
Oh non necessariamente nel fisico, pensava, giacché per credere a tutte quelle cose inverosimili, tanto a posto nella testa non si poteva essere.
Si ricordò di un tale che aveva fondato una scuola di guaritori dell'Anima.
Diceva di essersi curato da un cancro con un metodo da lui inventato.
Quando si accorse che i suoi clienti stavano per diminuire escogitò un trucco a dir poco diabolico.
Dichiarò che il cancro gli era tornato e che era perfino andato in metastasi e chiese un aiuto di rinforzo ai suoi discepoli i quali, solerti, lo assecondarono con pratiche da lui imparate e a lui stesso indirizzate.
Dopo pochi giorni l'entrata trionfale: "Miei cari! Il vostro aiuto e il mio metodo hanno di nuovo funzionato. Il cancro non c'è più! Andate e diffondete la buona novella!" E i clienti aumentarono di nuovo pagando molto salatamente l'apprendimento del metodo miracoloso.
Non uno, dico uno degli adepti, che ebbe il coraggio di chiedere al guru la cartella clinica a dimostrazione delle metastasi del cancro... semmai poi, nella sua vita, ne avesse avuto veramente uno.
La fede è una gran cosa se ti aiuta a sperare, ma una vera stoltezza se ti fa turlupinare.
Tra tutte le mascalzonate, pensò, quella più grossa è l'approfittarsi degli ammalati.
Meditò su questa nostra povera Terra, che è come un corpo umano e, come tale, ha anch'essa la sua pelle.
E qual è la pelle della terra? L'uomo! Concluse. E concluse anche che la pelle della terra, a questo punto, era ammalata. Proprio sulla superficie siamo noi esseri umani, e con il nostro egoismo ne abbiamo fatto un tumore epidermico che chissà per quanto tempo ancora la Terra riuscirà a sopportare.
Eppure, pensava, l'essere umano può essere al tempo stesso malattia e balsamo di questo mondo, perché ogni farmaco contiene in sé veleno e medicamento, ali divine e serpenti.
E così è l'uomo, al supermercato dell'Anima.
C'è quello che fa ogni cosa per guadagno, e tra le mani ha il taccuino dei possibili clienti, e quello che agisce per Amore... e non lo potrai trovare in nessun esercizio commerciale.
Il primo tipo desidera essere creduto in ogni modo, anche con l'imposizione, la paura e l'astuzia... il secondo... sentendosi dire: "Ho fede in te!" ti risponderà: "La tua fede non mi rende più beato, abbi fiducia in te, se il Tuo Cuor davvero vuoi sentir pacificato".

natyan
http://www.studiogayatri.it



natyan27
Admin

Messaggi : 251
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 16.07.15

Vedere il profilo dell'utente http://www.studiogayatri.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum